Primo Orso della stagione, un grosso esemplare di 312Kg

Diverse volte ho spiegato ai cacciatori come si svolge la caccia all’orso e sempre ho sottolineato come questa caccia cominci 3 mesi prima che il cacciatore arrivi in Estonia, il quale non smette di sorprendersi. Ora mi piacerebbe spiegare un po’ di più come si svolge la caccia.

L’Orso in Europa è un animale quasi al 100% notturno dato che è un animale che necessita di un ampissimo territorio dove la concentrazione umana sia minima o inesistente e sfortunatamente in Europa questi paesaggi non si incontrano frequentemente.

L’Orso, dato che passa tutto l’inverno senza alcun apporto calorico, necessita di nutrirsi costantemente durante la primavera, l’estate e parte dell’autunno per raggiungere un peso considerevole che gli permetta di sopravvivere durante l’inverno, ed è proprio questo il suo tallone d’Achille.

La caccia all’Orso si svolge all’aspetto durante le ore notturne presso le mangiatoie. Per circa 3 mesi ci preoccupiamo di rifornire costantemente più di 20 mangiatoie (delle quali 10 sono gestite direttamente da noi) per assicurarci di avere un numero sufficiente di orsi, in questo modo siamo capaci di mantenere una percentuale di successo altissima, vicina al 100%. Inoltre usiamo fototrappole notturne per essere sempre aggiornati sulle dimensioni degli orsi che accedono alle mangiatoie.

In tal modo l’orso si affeziona alle nostre zone e dopo di ché il nostro compito sarà quello di mantenere uno scrupoloso e valido lavoro al fine di non far trascorrere nemmeno un solo giorno senza cibo con il rischio di aumentare la fame dei nostri esemplari. Inoltre dobbiamo assicurarci che nessuno acceda alle mangiatoie a partire dalle 8 di sera, ora in cui gli orsi normalmente iniziano a muoversi.

A partire da questo momento non ci resta altro che aspettare il cacciatore e sperare che il tempo e i venti siano quelli adeguati per assicurarci che la sua presenza non venga percepita dall’Orso.

Il cacciatore, una volta raggiunta l’altana, deve essere consapevole che l’orso è un animale molto intelligente e con dei sensi molto sviluppati essendo capace di distinguere anche i colori, e proprio per questo motivo deve restare estremamente concentrato e allerta evitando di fare qualsiasi minimo movimento che potrebbe far rivelare la sua presenza.

Una volta che l’orso si è avvicinato alla mangiatoia non si deve esitare e alla prima occasione che è a tiro bisogna sparare. Secondo le nostre esperienze il calibro minimo per la caccia ai grandi orsi è il 300 WM anche se raccomandiamo di usare il 3385 WM con una palla di almeno 250 grani.

Una volta abbattuto l’Orso normalmente passano tra le 2 e le 3 settimane, periodo durante il quale dobbiamo continuare a rifornire le mangiatoie, fino a quando un nuovo Orso occupi la zona e a partire da questo momento la procedura si ripete nuovamente.

Un saluto e in bocca al lupo!
David Llorente

Pubblicato in data: 05/08/2013 autore: David Llorente tradotto dallo spagnolo